La Commissione dà un impulso alle start-up europee

La Commissione dà un impulso alle start-up europee

News30/11/2016

In Europa le idee innovative e lo spirito imprenditoriale non mancano, tuttavia molte aziende non sopravvivono alla fase critica dei primi anni oppure tentano la fortuna in un paese terzo invece di sfruttare le potenzialità offerte da un bacino di 500 milioni di consumatori nell'UE. La Commissione europea è determinata a modificare questa situazione e ad aiutare le start-up a realizzare appieno il loro potenziale di innovazione e di creazione di posti di lavoro.

La Start-up and Scale-up Initiative riunisce tutte le possibilità che l'UE già offre alle start-up europee, mettendo però l'accento su tre aspetti:

  • gli investimenti in capitali di rischio,
  • il diritto fallimentare (e quindi dare una seconda opportunità agli imprenditori)
  • la tassazione (consentendo una semplificazione in sede di dichiarazione fiscale)

Inoltre, l'iniziativa start up e scale-up pone l'accento sulla necessità di aiutare le imprese ad orientarsi tra prescrizioni normative per migliorare il sostegno all'innovazione con la riforma di Horizon 2020 e la promozione di ecosistemi in cui le start-up abbiano la possibilità di entrare in contatto con partner potenziali, come gli investitori, i partner commerciali, le università e i centri di ricerca.

In particolare, attraverso la creazione di un consiglio europeo per l'innovazione si prevede, attraverso Horizon 2020, l'uso di 1,6 miliardi di euro nel periodo 2018-2020 per dare alle start-up con potenzialità di crescita un sostegno di base per i loro progetti innovativi di punta. Contestualmente, la rete Startup Europe sarà rafforzata, affinché permetta il collegamento tra cluster ed ecosistemi di tutta Europa.

Nel 2017, infine, la Commissione presenterà proposte relative ad uno sportello digitale unico che offra un facile accesso online a informazioni, procedure, assistenza e consulenza sul mercato unico per cittadini e imprese. 

Uleriori informazioni

Target: