All'interno dei laboratori del CIRI ICT è stata realizzata una piattaforma distribuita di Private Cloud Computing basata su software open-source, come valida alternativa alle costose soluzioni industriali disponibili sul mercato tipicamente pensate per aziende di grandi dimensioni. La piattaforma è in grado di integrare risorse di elaborazione, di storage e di rete, anche dislocate in sedi distanti, attraverso un sistema unificato di gestione. La piattaforma è basata su software open-source (OpenStack, OpenVSwitch, Apache Web server, Collectd) insieme a un innovativo middleware di gestione, che supporta la gestione efficiente di due tipologie di servizi di rete (Web server e network storage Dropbox-like) fornendo meccanismi automatici di failover a scale-out per minimizzare il downtime dei servizi in caso di problemi e gestire prontamente eventuali aumenti di carico non previsti.

Scarica versione PDF
Laboratorio
Area di specializzazione
Digitale
Keyword
cloud computing
network and service management
failover and scale-out
Web server and Dropbox.
Applicazioni e servizi per il Cloud Computing
Descrizione prodotto

La piattaforma ha l'obiettivo di dimostrare la facilità di realizzazione di soluzioni distribuite di Private Cloud Computing basate su software open-source, utilizzabili anche da PMI senza specifiche conoscenze tecnologiche informatiche. Tramite l'adozione della piattaforma realizzata, le PMI possono creare, a costi contenuti, un cloud privato interno all'azienda, anche distribuito su più sedi, ottenendo numerosi vantaggi tra cui un riuso delle risorse hardware già esistenti, un uso migliore delle risorse energetiche e una maggiore flessibilità nella gestione dei servizi informatici. L’adozione di soluzioni di Private Cloud non solo permette di sfruttare pienamente l’hardware già a disposizione dell’azienda (massimizzando quindi l’impiego delle risorse già acquistate), ma ha anche il notevole vantaggio di mantenere le informazioni all'interno del perimetro aziendale (quindi senza l’uso di server di terze parti), garantendo totale privacy e ownership dei dati ivi contenuti.

Aspetti innovativi

La piattaforma realizzata si pone all'avanguardia nell'ambito del trasferimento tecnologico relativo a soluzioni di Private Cloud Computing, fornendo non solo uno strumento general-purpose per la gestione automatica e integrata di macchine e reti virtuali, ma anche esempi specifici di casi d'uso relativi a servizi di ampia diffusione quali Web server e storage Dropbox-like, interamente gestiti all'interno della rete privata delle aziende.

Applicazioni

La piattaforma realizzata è da considerare un punto di partenza, eventualmente estendibile e personalizzabile per soddisfare specifiche esigenze aziendali. Infatti la nostra mission principale è di supportare l’azienda nella difficile fase di migrazione verso soluzioni di Cloud Computing, non solo consigliando l’adozione della migliore soluzione tecnologica in relazione alle caratteristiche specifiche dell’azienda, ma anche e soprattutto accrescendone il know-how per aumentarne la maturità e la competitività in un mercato in continua evoluzione.

Scale-out automatico in caso di burst di traffico
Esempio di applicazione

Creazione di Private Cloud distribuiti (deployment multi-location)

Descrizione applicazione e risultati

Il prototipo realizzato permette di creare e gestire facilmente scenari Private Cloud distribuiti. Questa applicazione è pensata in modo specifico per supportare funzionalità avanzate per aziende multi-location caratterizzate da molteplici sedi geograficamente distanti tra loro, ognuna delle quali con indipendenti risorse computazionali e di storage. Grazie alla soluzione proposta è possibile virtualizzare tali risorse e integrarle dinamicamente in un’unica piattaforma cloud che le gestisca opportunamente e congiuntamente. Ad esempio, è possibile ottenere elevati livelli di reliability replicando automaticamente i dati memorizzati in locazioni geografiche distanti, così da assicurare l’availability delle informazioni anche in caso di problemi che rendono irraggiungibile parte dell’infrastruttura IT dell’azienda. Inoltre i servizi software possono essere rilocati in modo semplice e automatico, ad esempio per migrare Web server in luoghi geograficamente vicini agli utenti, così da minimizzare la latenza percepita e massimizzare la user experience degli utenti finali. L'adozione di soluzioni di Cloud Computing in PMI prevede un'approfondita analisi funzionale dei servizi erogati dall'azienda (circa 2 mesi uomo).

Partner coinvolti

Telecom Italia

Tempi di realizzazione
Da 6 a 18 mesi
Livello di maturità tecnologica
TRL 7 - prototipo dimostrativo in ambiente operativo
Valorizzazione applicazione

Il nostro prototipo è frutto dell'esperienza del CIRI-ICT nella realizzazione e gestione di software compatibile con le soluzioni Public Cloud di più ampia diffusione. Il CIRI-ICT è alla ricerca di partner aziendali per la sperimentazione del middleware realizzato, verificando sul campo la facilità di gestione di scenari Private Cloud distribuiti.

Failover automatico in caso di fallimento di nodi